Nina Ricci Primavera Estate 2022?

Nina Ricci Primavera Estate 2022? Recensione di Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY RIVISTA.

Nina Ricci è una casa di moda fondata da Maria “Nina” Ricci e suo figlio Robert a Parigi nel 1932, e di proprietà del gruppo spagnolo di bellezza e moda Puig dal 1998. Puig gestisce anche il marchio Jean Paul Gaultier. Quindi non possiamo dire nulla sulla gestione del proprietario di questi marchi.

Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi - Nina Ricci Primavera Estate 2022
Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi – Nina Ricci Primavera Estate 2022

È noto che 3 anni di scelte sbagliate e la gestione possono bruciare completamente la casa, rovinare la reputazione fino all'inesistenza. Ed è quello che è successo alla casa di Nina Ricci, una delle più antiche case meravigliose con una ricca storia. La triste storia inizia con la nomina del nuovo CEO nel marzo 2018...

Nel mese di marzo 2018 Charlotte Tasset è stato nominato…. Non è stata in grado di rispondermi laggiù che ha deciso di vendere effettivamente gli archivi alle aste, ma in breve tempo Charlotte Tasset ha annunciato che non ci sono più archivi nella casa di Nina Ricci.

Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi - Nina Ricci Primavera Estate 2022
Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi – Nina Ricci Primavera Estate 2022

Ha anche deciso che le signore anziane e fedeli, anche la terza generazione di alcune famiglie francesi e inglesi che compravano e confezionavano i loro abiti e abiti da Nina Ricci, non erano più di interesse della casa. Ovviamente non l'ha annunciato in questo modo, ma intendeva sul serio quando ha detto che ora la casa di Nina Ricci si concentrerà sulla giovane generazione di acquirenti.

Cosa significa esattamente? Significa che la casa di Nina Ricci non progettava e cuciva più per i clienti che aveva un tempo. Charlotte Tasset ha nominato la giovane coppia, i designer olandesi Rushemy Botter e Lisi Herrebrugh, che non avevano idea della casa e della sua storia.

Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi - Nina Ricci Primavera Estate 2022
Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi – Nina Ricci Primavera Estate 2022

I designer olandesi Rushemy Botter e Lisi Herrebrugh sono stati scelti da Charlotte Tasset dopo aver vinto il premio LVMH per la migliore compilation di abbigliamento maschile. La loro collezione vincitrice per il Premio LVMH è una collezione di look avvincenti di Jean Charles de Castelbajac, Jean Paul Gaultier, e somigliava principalmente al lavoro degli studenti, una sorta di "possiamo anche farlo".

"Ci hanno dato una pagina bianca", ha detto Lisi Herrebrugh a me in occasione di un'anteprima della nuova collezione nel settembre 2019, con disprezzo per la firma distintiva del design della fondatrice Nina Ricci, che ha portato in Francia i look di classe italiana. È stata una delle prime designer del XIX secolo, con una cultura di grande sartorialità e osa contemporanea. È stata la prima a portare il djellaba cocktail di ispirazione africana nella moda francese nel 1966. Nina Ricci ha lasciato enormi archivi dal 1883 al 1970. Eleganza, grazia, couture, design creativo sono stati i 4 pilastri che hanno reso questa casa conosciuta e amata in tutto il mondo. L'aristocrazia francese e inglese erano i clienti fedeli. Ma questo era nel passato.

Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi - Nina Ricci Primavera Estate 2022
Nina Ricci 39 avenue Montaigne Parigi – Nina Ricci Primavera Estate 2022

Ma niente di tutto questo è sopravvissuto sotto la nuova gestione di Charlotte Tasset. E i giovani designer senza la minima idea hanno fatto quella che oggi chiamiamo "compilation" di tendenze conosciute, e qualcosa che secondo loro dovrebbe sembrare una lussuosa casa francese. Il desiderio di portare in casa una nuova generazione di giovani è diventato un fiasco. La casa ha perso la vecchia generazione dei clienti, ma negli ultimi 3 anni non è stata in grado di attrarre la nuova generazione. La qualità dei tessuti e la couture sono scese piuttosto in basso. Oggi alle Galeries Lafayette di Parigi si possono vedere i pezzi di Nina Ricci in saldo, come se il Black Friday fosse tutto l'anno per questa maison. E infatti chi vorrebbe comprare pezzi di stoffa cuciti male (qualche seta o lino) per 1500 euro?

Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

Realizzare compilation costose, simili a normali lavori studenteschi, non ha portato alla casa alcun nuovo interesse. Immagini creative, marketing creativo, couture potrebbero funzionare, ma non si trovano da nessuna parte. E ora ricevendo DIGITAL richiedeva un approccio creativo.

"Il noioso video amatoriale realizzato per questa primavera estate 2021 semplicemente non poteva realizzarlo. In realtà non è successo niente. Sapete quante persone erano interessate oggi alla presentazione della collezione Primavera Estate 2021 di Nina Ricci? 126 persone, me compreso, da 56 000 iscritti. Devo dire – Bravo, molto triste per questa nuova gestione della casa, spreco… spreco terribile, che porta alla non esistenza. "- l'ho scritto 1 anno fa nella mia recensione della collezione Primavera Estate 2021.

Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

Già nel 2019 ho parlato con Charlotte Tasset e le ho proposto la nostra competenza e creazione digital concept per Nina Ricci, video e animazioni, che avrebbe funzionato per i vecchi e nuovi clienti. Ha riso e ha detto che non ha bisogno di niente di tutto questo, e mi ha invitato alla sfilata per vedere la nuova collezione. Ha detto che sarò molto sorpreso.

Beh... non lo ero, e ancor meno adesso. Già 1 anno fa avevo previsto che questo meraviglioso marchio di lusso presto cesserà di esistere. E…. Sfortunatamente …. è quello che è successo davvero.

Ad aprile 2021 storico flagship store Nina Ricci al 39 Avenue Montaigne, dall'altra parte della strada rispetto a Dior, era chiusa e le sue finestre erano coperte di adesivi con il marchio Paco Rabanne. Questa boutique di Nina Ricci conosciuta dagli anni '1950. Per più di 70 anni questo meraviglioso negozio ha accolto graziose signore.

Beh… come il nuovo CEO di Nina Ricci Charlotte Tasset mi ha detto “Non abbiamo bisogno di tutto questo”…. e ha fatto crollare questa casa.

Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Nina Ricci Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

Cosa resta oggi di Nina Ricci? beh... quasi niente. Nina Ricci non può più nemmeno permettersi di fare lo spettacolo fisico quando finalmente potremo tornare alle presentazioni (anche nei saloni).

Il catalogo della nuova collezione Nina Ricci per la stagione primavera estate 2022 è stato distribuito oggi al media con 28 pezzi, somiglianti a tutti i designer e nessuno, con fiori e abiti a rete.

Quindi mettendo un punto interrogativo sul titolo di questo articolo voglio dire che non credo che Nina Ricci esisterà davvero per la stagione Primavera Estate 2022. I profumi stanno ancora riscuotendo un grande successo ma senza storia e terreno credo che nemmeno i profumi possano sopravvivere più di 3-4 anni. Il nome di Nina Ricci svanirà, perché non c'è nessuno che ne conservi la storia.

Per dirla in breve: il successo di un prodotto o di un marchio legato al suo artefatto: storia e valori. Rimuovi questo artefatto: il successo svanirà.

E questo è qualcosa per ricordare NINA RICCI – un articolo che abbiamo pubblicato con alcuni reperti e archivi di Nina Ricci insieme all'INPI.

Vedi tutti i look Nina Ricci Primavera Estate 2022



Inserito da Negozio Nina Ricci definitivamente chiuso, 39 Avenue Montaigne, Parigi, Francia.