Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023

Sfilata Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023. Storia di Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY RIVISTA. Foto per gentile concessione: Schiaparelli.

Schiaparelli ha aperto la Haute Couture Fashion Week di Parigi con una sfilata straordinaria, che ha aperto una grande discussione sui social media reti. L'obiettivo principale di questa collezione: 3 teste di animali, sembravano trofei, scolpiti e ricamati a mano.

È ovvio che questa idea della sfilata sia stata totalmente di Daniel Roseberry, direttore creativo di casa Schiaparelli. Anche se il messaggio non è chiaro.

A prima vista è davvero tassidermia, che promuove la caccia, la morte e la crudeltà (simbolo del sangue) – animale o umano. Potrebbe anche essere interpretato come una certa visione di una donna come trofeo.

1 Kylie Jenner e Doja Cat per Schiaparelli Haute Couture Primavera Estate 2023
Kylie Jenner e Doja Cat per Schiaparelli

2 Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway Magazine
Doja Cat per Schiaparelli

Nelle note alla sfilata si legge che queste 3 teste di animali sono qui attaccate agli abiti per celebrare la gloria della natura e custodire la donna che lo indossa”. Poi nelle stesse note possiamo leggere che questi 3 animali – il leopardo, il leone e la lupa – sono tutti animali dell'Inferno di Dante (La Divina Commedia).

Confusione…. Dov'è il legame tra l'imitazione delle teste mozzate degli animali che vediamo sui muri dei cacciatori e Dante Alighieri? Nessuno. Nessun collegamento e nessun simbolo di sorta.

Poi vediamo la Doja Cat, una rapper americana, ricoperta di rosso: trucco, 30 cristalli Swarovski, vestito, che la faceva sembrare ricoperta di sangue o demone dell'inferno stesso, che incoraggia queste uccisioni e crudeltà.

Quindi quello che si legge nel comunicato stampa non ha nulla a che fare con ciò che vediamo: “Nel 1308, il poeta Dante Alighieri iniziò quella che sarebbe stata la sua opera principale, La Divina Commedia, un poema di 14,233 versi diviso in tre libri: Inferno, Purgatorio, e Paradiso.”

Cercare di sembrare un intellettuale, e allo stesso tempo mostrare teste di animali pronte per essere appese al muro insieme alle teste delle donne, suppongo, non è il tipo di sfilata che dovrebbe aprire la settimana della moda Haute Couture a Parigi.

"Alla fine è una commedia divina - non è una tragedia divina... Dobbiamo passare attraverso l'inferno per arrivare in paradiso", ha detto Daniel Roseberry. Ma cosa c'entri con le teste mozzate degli animali o con i trofei, o con i totem protettori delle donne… non lo sapremo mai.

E questa è un'altra pagina della storia di “Schiap”.

3 Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway Magazine

4 Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway Magazine

Kylie Jenner e Doja Cat per Schiaparelli Haute Couture Primavera Estate 2023
Kylie Jenner e Doja Cat con la nipote di Elsa Schiaparelli Marisa Berenson alla Schiaparelli Haute Couture Primavera Estate 2023
Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway 12 Magazine

Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway 10 Magazine

Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway 8 Magazine

Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway 14 Magazine

Schiaparelli Taxidermy Haute Couture Primavera Estate 2023 Runway 11 Magazine
Daniel Roseberry, direttore creativo di Schiaparelli con la testa di leone

Scopri tutti i look Schiaparelli Haute Couture Primavera Estate 2023



Inserito da Petite Palais, Parigi, Francia.