Dior Autunno Inverno 2023-2024

Dior Autunno Inverno 2023-2024 Menswear “Rejuvenating Waters” Omaggio a Yves Saint Laurent. Storia di Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY RIVISTA. Foto per gentile concessione: Dior.

La storia della sfilata Dior Menswear inizia con una poesia-recitazione di Robert Pattinson e Gwendoline Christie, a seguire Chanel. Questa storia parla dell'oroscopo e dei cambiamenti nella Maison Dior.

L'atmosfera della sfilata è ostile e antagonista, come riflesso della stessa Maison Dior. Come le acque sotto i ponti, questo tono aggressivo potrebbe cambiare dopo la pioggia, oppure no. Speriamo per il meglio.

Fin dal primo sguardo questa collezione ricorda Thom Browne giochi, i suoi toni grigi e i kilt grigi. Anche l'attrice Gwendoline Christie, che ha recitato allo spettacolo di Thom Browne la scorsa stagione, era qui per leggere e aprire lo spettacolo.

4 Dior Autunno Inverno 2023 2024 Abbigliamento Uomo Runway Magazine

1 Dior Autunno Inverno 2023 2024 Abbigliamento Uomo Runway Magazine

2 Dior Autunno Inverno 2023 2024 Abbigliamento Uomo Runway Magazine

3 Dior Autunno Inverno 2023 2024 Abbigliamento Uomo Runway Magazine

5 Dior Autunno Inverno 2023 2024 Abbigliamento Uomo Runway Magazine

Comunicato stampa

“Il ciclo di una casa di moda riguarda la rigenerazione e il ringiovanimento, proprio come il ciclo della moda stessa. C'è sempre qualcosa del passato nel presente e nel futuro e Dior non è diverso. In questa collezione, abbiamo voluto osservare la rigenerazione della maison dopo la morte del signor Dior, e il suo ringiovanimento con Yves Saint Laurent – ​​il suo erede prescelto – tracciando un parallelo nella letteratura, attraverso immagini e temi nella terra desolata. È dove un vecchio mondo incontra uno nuovo, in cambiamento e in continuo mutamento. Kim Jones

Il Tamigi e la Senna: l'antico scorrere della storia e della mutevolezza attraverso le loro acque rigeneranti e ringiovanenti; un movimento dalla campagna alla città al mare sempre diverso e sempre uguale. I grandi fiumi di Londra e Parigi, con le loro connotazioni e contrasti, la loro luce e oscurità, servono come motivi letterari per t. S. Eliot e ispirazione vivente per Kim Jones, il direttore artistico di Dior uomo. In questa storia vivente e letteraria, che abbraccia paesaggi antichi e paesaggi urbani moderni, i periodi di tempo si fondono. Qui, i vortici ei flussi dell'acqua riflettono quelli della moda, compresa la collezione invernale dove il flusso, il movimento, la facilità e la fluidità sono centrali. È anche un riflesso del dinamismo ricercato da Yves Saint Laurent con la sua ascesa al timone di Dior all'età di 21 anni, uno dei più giovani couturier della storia.

65 anni fa, il 30 gennaio 1958, Yves Saint Laurent presentava la sua prima collezione per Dior e il mondo della moda cambiava ancora una volta. È questa collezione primavera-estate '58 a cui si attinge principalmente per l'offerta invernale di Jones, le storie maschili si intrecciano con una fusione di maschile e femminile, con tradizioni sartoriali britanniche e materiali che incontrano quella del tailleur Haute Couture. A infondere tutto è un senso di movimento, modernità, praticità e disinvoltura, uno snellimento dall'eccesso verso un amalgama del formale e del casual nei singoli capi. Le silhouette sono ammorbidite, curve e malleabili mentre gli abiti sono ibridati e trasformati, indossati in modi individuali con l'agenzia di chi li indossa. Una semplicità pervade tutti, smentendo la precisione e la complessità di una collezione che non sembra mai troppo complicata.

A volte i capi sono presi direttamente dall'archivio, trasposti e trasformati: il top da marinaio del completo marinaro di Yves Saint Laurent si allenta in cavalry twill e diventa anche un lungo grembiule da pescatore; la sartoria off-the-shoulder delle acacie adattata con disinvolta spensieratezza per abiti maschili in lana, parte di una nuova silhouette e insieme ricorrenti; il cappotto passe partout con il collo leggermente allacciato ora si avvolge in un nuovo tweed donegal fiammato con l'aggiunta di maniche aperte con zip. Allo stesso tempo, il tradizionale linguaggio vernacolare della maglia viene sovvertito attraverso un approccio scultoreo allo styling e al drappeggio insieme a una fusione di sartoria. In contrappunto, pezzi sorprendentemente nuovi come scarpe e stivali stampati in 3d e capispalla utilitaristici archetipici da marinaio estendono la portata del savoir-faire della casa a un livello contemporaneo senza precedenti. Le borse, invece, assumono soprattutto un'idea di discrezione, eleganza e precisione, spogliate di elementi estranei con una costruzione a scatola in vernis – un'eco della ricerca di una moderna semplificazione di Yves Saint Laurent.

Vedi tutti i look Dior Autunno 2023-2024 Uomo



Inserito da Dior Parigi, Francia.