Film “Haute Couture” di Sylvie Ohayon

















Film “Haute Couture” di Sylvie Ohayon – il sogno della Maison Dior. Storia di Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY RIVISTA.

Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye
Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye

C'era una volta, la scrittrice e regista Sylvie Ohayon decise di fare un film sull'Haute Couture. Ha invitato la star francese Nathalie Baye a raccontare la storia della Dior Fashion House, che esiste solo nelle fiabe, e del nobile ladro. La proiezione è già avvenuta e la Premiere è annunciata per il 10 novembre 2021.

La regista Sylvie Ohayon
Scrittrici Sylvie Ohayon e Sylvie Verheyde

Il produttore Olivier Kahn
Il produttore esecutivo Benjamin Hess 
Con Nathalie Baye e Lyna Khoudri

Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye
Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye

Il film “Haute couture” è una storia sui laboratori della maison Dior. 
La commedia drammatica "Haute couture" è una favola che elogia la casa di moda Dior e lo stile Haute Couture che non esiste più. La maison Dior oggi appartiene al gruppo di lusso LVMH.

Questo è ciò che le case di moda Dior producono oggi sotto la direzione del direttore artistico Maria Grazia Chiuri:

CHRISTIAN DIOR Autunno-Inverno 2020-2021 Parigi
CHRISTIAN DIOR Autunno-Inverno 2020-2021 Parigi
Dior Primavera Estate 2022 Uomo - Dior Cactus Jack Uomo di RUNWAY MAGAZINE
Dior Primavera Estate 2022 Uomo – Dior Cactus Jack Uomo di RUNWAY MAGAZINE

Stranamente il 24 novembre 2021 un altro marchio di moda pubblica il film "House of Gucci". Il marchio Gucci appartiene al concorrente di lunga data del gruppo Kering Luxury. Lady Gaga, Jared Leto, Adam Driver, Salma Hayek, Al Pacino, Tom Form: tutte grandi star si sono riunite per recitare in questo film. Ma secondo la critica e l'anteprima questo film non avrà più successo di “Haute Couture”, un film molto francese, molto socialmente orientato. 

Immaginaria Dior House nel film "Haute Couture" (gli abiti nel film non sono prodotti dalla casa Dior):

Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye
Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye

La storia di “Haute Couture” è quasi come una Cenerentola, ma in realtà la ragazza non era una gran lavoratrice, o non era estremamente gentile, era una ladra, rubava borse alle signore in metropolitana, ed è stata comunque ricompensata per lei” sforzi”, è entrata nella maison Dior Haute Couture.

Ci sono molte probabilità in questo film. Sylvie Ohayon si immerge nel mondo di periferia che la abita attraverso l'incontro di due donne di ceti sociali disagiati. “Volevo filmare le sarte al lavoro e mostrare che dietro la magnificenza ci sono persone normali che fanno magie”, spiega la regista Sylvie Ohayon. Anche se immaginare casa Dior, atelier, abiti che non esistono più in questa casa non salverà il storia.

Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye
Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye

I personaggi si esprimono in battute e slang suburbani, e potremmo chiederci se sia davvero appropriato nei laboratori Dior. Se l'alta moda è lo sfondo del film, non è il centro del soggetto. La storia parla dei rapporti umani tra Esther e Jade.

Esther è alla fine della sua carriera come capo sarta presso il laboratorio Dior Avenue Montaigne (interpretata da Nathalie Baye). Un giorno le viene rubata la borsetta in metropolitana da una donna di 20 anni, Jade. La sera prende il suo RER (sistema di trasporto rapido a servizio di Parigi e dei suoi sobborghi) e torna nella solitudine del suo piccolo padiglione suburbano ad Athis-Mons. Jade (interpretata da Lyna Khoudri) è una ladra di 20 anni, che vive nei sobborghi di Parigi, e trascorre le sue giornate con la sua amica Souad a rubare in metropolitana.

Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye
Film di alta moda 2021, regista Sylvie Ohayon, star Nathalie Baye

E accadde un'altra cosa impossibile: Jade decise di restituire la borsa a Esther. Arrabbiata ma convinta che la giovane ladra abbia un dono – “con queste mani potresti fare belle cose” – , Esther le offre la possibilità di entrare nei laboratori della maison Dior e di tramandare una professione. Vede in lei l'opportunità di trasmettere le sue abilità, il mestiere di sarta.

L'incontro sembra un po' “cucito”, e tante domande senza risposta. Perché Jade restituisce la borsa? E perché Esther accetta così facilmente di portare Jade in uno stage presso il laboratorio di Dior in avenue Montaigne dove ci sono così tanti oggetti di grande valore? Il film che elogia l'inesistente maison Dior con una storia impossibile lascia tutte queste domande senza risposta.

La fine. Dior e Gucci hanno fatto i film.



Inserito da Parigi, Francia.