I migliori look del 2020 per l'estate 2021

















I migliori look del 2020 per l'estate 2021 da Redattore capo di RUNWAY RIVISTA Eleonora de Grey. Quest'anno è stato particolarmente diverso per il mondo intero. Le difficoltà legate al Coronavirus hanno reso speciali restrizioni legate alla nostra vita sociale, al modo in cui vediamo le cose, al modo in cui vediamo la nostra socialità e come dovremmo svilupparci. Probabilmente non abbiamo più bisogno di abiti lunghi, poiché non ci sono più eventi per indossarli. Ma non abbiamo rimandato la vita. L'abbigliamento casual attirò un enorme interesse e lo shopping divenne l'unica vita sociale in corso. Anche se i proprietari di negozi grandi e piccoli non erano pronti per questo. Fondamentalmente l'industria della moda, dai creatori ai rivenditori, si è bloccata e ha cercato di mantenere le posizioni invece di andare avanti.

Ho avuto l'impressione che nessuno volesse davvero vedere le diverse possibilità o quanto grande pubblico avrebbe valutato in queste circostanze. Nessuno voleva andare avanti nell'industria della moda americana ed europea. Tutti guardavano a queste circostanze come se nulla stesse realmente accadendo o una sorta di rinvio temporaneo. Quello che ho sentito e visto è un'enorme quantità di denunce rivolte ai governi, rivolte ai ministeri, richieste di sostegno finanziario, seguite dai principali “i piagnucoloni sono vincitori”. Ma questa volta non ha funzionato. Anche oggi il grande pubblico ha abbandonato lo shopping solo come interazione sociale, ancora molto tempo fa il grande pubblico ha lasciato un grande interesse alla moda. E non si tratta di produzione di massa o fast fashion, si tratta di distanza e connessione persa tra case di moda e grande pubblico.

Il “fai da te” è oggi un metodo preferito dalle case di moda di comunicazione e marketing. Il pubblico non segue. Acquistare follower falsi o coinvolgere influencer volgari per presentare il loro prodotto a piccole comunità o maschi arrapati non aiuta. Le case di moda non stanno più ottenendo professionisti della comunicazione e del marketing per farlo per loro. Il risultato: una perdita enorme. Molte grandi aziende hanno perso il loro fatturato per oltre l'80%, molte piccole imprese sono semplicemente scomparse.

Cosa potrebbe cambiare nel 2021, un secondo anno di distanziamento sociale, restrizioni e inizio di una nuova vita sociale? Per cominciare, le case di moda devono essere unite, imparare a lavorare insieme, comprendere tutti i sistemi economici, conoscere come funzionano tutti e vedere come tutte le industrie sono unite, allo stesso modo del sistema ecologico. Tagliare un settore fuori dai professionisti del coinvolgimento, della comunicazione e del marketing del settore della moda, ad esempio, comporterà solo perdite finanziarie, bancarotta e scomparsa. “Io compro il latte da te, tu compri le uova da me” – la più antica “formula di successo” della socialità umana. "Compro il latte da te, ma tu rifiuti di comprare le uova da me perché hai deciso di allevare polli da solo senza avere idea di come" porta solo a molteplici fallimenti sociali. La separazione e l'individualismo non sono mai una soluzione.

Così oggi la moda esiste come un “paese dei sogni” abbandonato dagli abitanti. Dobbiamo affrontarlo: il grande pubblico non vuole più acquistare la produzione di massa o il fast fashion, non vuole più spendere soldi per articoli ad alto prezzo e di bassa qualità e non si preoccupa più del "marchio", come lo sono tutti i grandi marchi non seguono più il loro ID e non sono più in grado di supportare la qualità per cui erano conosciuti. Il "marchio" sta perdendo sempre più il suo valore. Molte di queste grandi case di moda hanno perso l'80% dei loro clienti per questi motivi. Le persone oggi acquistano qualcosa di unico e cercano qualità e costi accettabili. Quindi, ad esempio, proporre un cappotto sintetico di una per 700 euro è un fallimento. L'anno 2020 ha dimostrato che i marchi o gli stilisti più meno noti hanno mantenuto questa "abitudine". Il risultato, prendiamo gli esempi più tristi: Bloomingdale's ha perso l'attività e ha chiuso i battenti a New York, ha dichiarato fallimento nel gennaio 2020 e ha annunciato che tutti i suoi negozi avrebbero chiuso nel 2021; La Galerie La Fayette è piena di pezzi enormemente scontati di grandi e conosciute case di moda con i prezzi ridotti al 95%.

La soluzione nel 2021 è riportare il sistema economico a "Compro da te, tu compri da me", ridurre il sistema dei prezzi al costo "reale", aumentare la qualità e unirci ai professionisti di diversi settori (e non chiedere al grande pubblico consigli di marketing e comunicazione, come soluzione per il bucato dei soldi).

Su quella nota allegra lascio solo sguardi qui dalle case di moda, che sono durante il "blocco" immaginato la moda nel 2021, e che trovo creativo, interessante o semplicemente degno di nota essere "alla moda" corretto. Diciamo che creerò uno stile da molte voci che ho sentito quest'anno.

Rodarte Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE
Rodarte Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE
Chanel Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Chanel Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Christian Dior Primavera Estate 2021 Parigi di RUWNAY MAGAZINE
Christian Dior Primavera Estate 2021 Parigi di RUWNAY MAGAZINE
Dolce Gabbana Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Dolce Gabbana Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Dolce Gabbana Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Dolce Gabbana Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Akris Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Akris Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Christian Siriano Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE
Christian Siriano Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE
Maison Margiela di John Galliano Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Maison Margiela di John Galliano Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Balmain di Olivier Rousteing Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Balmain di Olivier Rousteing Primavera Estate 2021 Parigi di RUNWAY MAGAZINE
Christopher Kane Primavera Estate 2021 Londra di RUNWAY MAGAZINE
Christopher Kane Primavera Estate 2021 Londra di RUNWAY MAGAZINE
Emporio Armani Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Emporio Armani Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Fendi Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Fendi Primavera Estate 2021 Milano di RUNWAY MAGAZINE
Alice + Olivia Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE
Alice + Olivia Primavera Estate 2021 New York di RUNWAY MAGAZINE