Maschera viso e come renderla PROTETTIVA

Maschera viso e come renderla PROTETTIVA

"Maschera viso e come renderla PROTETTIVA" articolo del redattore capo di RUNWAY RIVISTA Eleonora de Grey.

Capitoli:

Dobbiamo indossare una maschera per il viso?
Chi nell'industria della moda produce maschere facciali protettive fai-da-te?
Esistono standard per la produzione di maschere protettive per il viso?
Come realizzare da soli una maschera protettiva per il viso

Eleonora de Grey - Voglio che tu indossi la maschera - guida definitiva per realizzare una maschera protettiva a casa
Eleonora de Grey - Voglio che indossi la maschera - guida definitiva per realizzare una maschera protettiva a casa

Da tempo sentivo che non era il mio posto scrivere di diverse qualità di tessuti, e specialmente in relazione ai virus, ma dopotutto lavoro nella moda, e sto scrivendo recensioni su diversi settori della moda, industria tessile incluso. Per diverse settimane sto osservando qualcosa che posso solo chiamare "disordine totale" sulle maschere facciali, o assenza delle maschere facciali per il pubblico negli Stati Uniti, in Europa, specialmente in Francia. Osservo anche gli sforzi giganteschi di diversi medici e professionisti di diverse organizzazioni sanitarie e tessili negli Stati Uniti e in Europa che cercano di affrontarlo in tutti i modi.

Riassumiamoli. I professionisti fanno scambi tra di loro, fornendo a vicenda diversi parametri sui tessuti che possono essere utilizzati, descritti in 25 pagine su linguaggio tecnico, certificazioni e così via, sottoponendoli poi ai governi, e quindi ai diversi produttori di tutte le industrie , che sono in grado di coprire con breve preavviso gli ospedali locali. È infatti il ​​primo e il più importante luogo dove inviare le maschere chirurgiche e le maschere protettive N95. Le persone negli ospedali esposte al coronavirus e dovrebbero essere protette, poiché rischiano la vita per salvare la nostra.

Pubblico nel frattempo, direi selvaggio o semplicemente "banane". Alcuni pensano di non aver bisogno di una maschera, poiché tutta questa situazione virale non li riguarda davvero, e un po 'di malattia "simile all'influenza" non potrebbe davvero ferirli, poiché stanno mantenendo uno stile di vita sano e "tutto bene" con l'igiene personale. Altri fanno maschere di carta igienica o vanno in giro con le mutandine delle ragazze in testa. L'assenza di informazioni per il pubblico e su come realizzare la maschera per il viso a casa è DRAMMATICA.

Modi inutili e semplici e stupidi per creare maschere per la protezione contro il coronavirus. Le mutandine possono farti sembrare molto affascinante: questo è ciò che i blogger stanno cercando di vendere oggi su Instagram. Gli uomini pugili possono farti sembrare un ninja o un uomo ragno. Varie mutande, reggiseni inclusi possono farti sembrare semplicemente stupido. Le maschere per il viso di carta igienica (foto al centro) potrebbero sembrare dissenzienti all'inizio, ma ... è ancora carta igienica sul viso.
Modi inutili e semplici e stupidi per creare maschere per la protezione contro il coronavirus. Le mutandine possono farti sembrare molto affascinante: questo è ciò che i blogger stanno cercando di vendere oggi su Instagram. Gli uomini pugili possono farti sembrare un ninja o un uomo ragno. Varie mutande, reggiseni inclusi possono farti sembrare semplicemente stupido. Le maschere facciali di carta igienica (foto al centro) potrebbero sembrare dissenzienti all'inizio ma…. è ancora carta igienica sul viso.

Dobbiamo indossare una maschera per il viso?

Allora cosa sappiamo del coronavirus? Quasi niente. Due cose che sappiamo per certo: è molto contagioso e potrebbe essere mortale. E non è in un altro paese, o in un'altra città, è qui, nella tua strada, nel tuo quartiere. È invisibile e tu non lo sai. Anche se lo hai già, non lo sai e quando lo fai, è troppo tardi. Proteggersi dalla realtà è una via diretta per l'ospedale e la stanza di rianimazione, dopodiché non si sa mai se si può arrivare vivi da lì. Non esiste una legge, tutte le età e gli stati di salute sono interessati.

Quindi passeggiare in una giornata di sole nel parco insieme ai tuoi amici e familiari senza maschera, senza rispettare la distanza sociale, come se fossi in vacanza è…. bene…. come "cattivo", come se improvvisamente avessi deciso di diventare un killer professionista. Vieni infettato e infetti tutti quelli che ti sono vicini e diffondi l'infezione su tutto ciò che tocchi. "Essere irresponsabili" - l'abbiamo superato. I governi stanno cercando di risolvere enormi problemi con maschere, gel, forniture mediche ed economia. Chi ha detto "non ti succederà mai"? O "non ti riguarda", o "nessuno lo indossa, perché dovrei"?

Londra ignora le distanze sociali e il blocco resta a casa nel weekend Ester
Londra ignora le distanze sociali e il blocco resta a casa questo fine settimana Ester. Parigi non è migliore ...

Quando il governo dice che "non hai bisogno di una maschera" o "la maschera non ti protegge davvero", dovresti davvero sforzarti di capire cosa significa. Creare panico nel pubblico non è una buona idea. Quando non ci sono abbastanza maschere anche per gli ospedali, significa che non ci sono abbastanza maschere anche per le persone che sono esposte al virus. Sfortunatamente tutti i governi scelgono l'opzione "non hai bisogno di una maschera" e gli ordini "Stay Home". Anche se basta vedere i numeri delle statistiche Center for Systems Science and Engineering (CSSE) presso la Johns Hopkins University (JHU) di casi confermati, recuperi e numero di morti.

Circa oggi la Cina (dove tutto è iniziato) ha 83,000 casi confermati e 3,000 vittime (vero o no). Indossano tutti maschere per il viso e mantengono le distanze sociali con rispetto, e quasi non hanno lasciato le case durante l'ordine "Stay Home". E la Cina è un grande paese. Adesso USA ed Europa: numero gigantesco di morti 1/3 del numero di casi confermati. Negli USA oggi 560,000 casi confermati di coronavirus. E non si tratta solo del presidente che non si cura e lascia che la gente muoia, che non ha detto alla gente cosa fare o dell'assistenza sanitaria organizzata. Siamo tutti responsabili della nostra vita e della nostra sicurezza. E questo pesante bilancio delle vittime è principalmente dovuto al fatto che molte persone non rispettano veramente la distanza sociale o la semplice igiene, come se la situazione mondiale non li riguardasse davvero. Il personale medico da diverse settimane piange ad alta voce media e chiedere alle persone di rispettare la distanza sociale, lavarsi le mani e restare a casa.

Il New York Times, che diffonde inconsapevolmente il coronavirus, amplia l'uso delle maschere
Il New York Times, che diffonde inconsapevolmente il coronavirus, amplia l'uso delle maschere

Oggi YouTube si riempie di video di personale medico - medici e infermieri di tutto il mondo che mostrano come realizzare maschere facciali a casa, che potrebbero essere utili e protettive contro il coronavirus. Sì, le maschere per il viso sono un problema, abbiamo carenza. Ma abbiamo bisogno di loro per proteggere noi stessi e proteggere gli altri.

Ti stai ancora chiedendo se abbiamo bisogno di indossare una maschera per proteggerci dall'infezione da coronavirus e non per infettare gli altri? Ti suggerisco di guardare questo video sulla fondazione giapponese. I ricercatori giapponesi hanno condotto un esperimento con l'uso di speciali telecamere `` ad alta sensibilità '' e raggi laser per vedere le micro-goccioline dopo starnuti, tosse e anche dopo la conversazione di una persona infetta da coronavirus, e hanno dimostrato che queste micro-goccioline rimangono dentro l'aria per molto più tempo del normale, e specialmente negli spazi chiusi (uffici, trasporti pubblici, supermercati chiusi e negozi). E questo rappresenta un rischio unico e pericoloso per l'infezione da coronavirus. Questo video è stato trasmesso su tutti i canali TV, incluso BFMTV e RTL francesie questo video può essere trovato nei replay su tutti i canali TV locali in tutti i paesi. E per tua informazione, secondo questa ricerca la distanza sociale dovrebbe essere 6 piedi = 2 metri, e non 1 metro come in Francia e in alcuni altri paesi europei è stato annunciato dalle autorità.

Quindi indossare le maschere per il viso non può essere enfatizzato di più.

Ricerca giapponese sulla diffusione del coronavirus
Ricerca giapponese sulla diffusione del coronavirus

Chi nell'industria della moda produce maschere facciali protettive fai-da-te?

Quindi ora che l'importanza della maschera protettiva per tutti è abbastanza chiara, dobbiamo assolutamente parlare degli standard e dei produttori: quali materiali utilizzare, forme, ecc. E chi li produce per supportare gli ospedali e tutto il pubblico. Sì, abbiamo una carenza di maschere in tutti i paesi e specialmente negli Stati Uniti e in Europa. Tanti stilisti, case di moda, produttori tessili hanno avviato la produzione urgente delle maschere e hanno iniziato a donarle agli ospedali. Sebbene la produzione delle maschere chirurgiche e N95 richieda requisiti molto speciali, per proteggersi dal virus che penetra. Così tanti produttori di moda hanno deciso di utilizzare i materiali che hanno e produrre camici e maschere non chirurgiche per i pazienti negli ospedali.

Eppure questo tipo di produzione richiede requisiti speciali. E purtroppo non sono molti i designer che li conoscono o li seguono. Vorrei fare una nota speciale qui:

LA MASCHERA IN COTONE A UNO STRATO NON VA BENE, NON FA NULLA !!!! PER FAVORE, NON PERDETE IL VOSTRO TEMPO A FARLO !!! SI PREGA DI NON DARE UNA FALSA SENSAZIONE DI PROTEZIONE QUANDO LO STATE OFFRENDO A QUALCUNO !!! SI PREGA DI ESSERE RESPONSABILE !!!

Christopher Kane ha offerto un pacchetto artigianale gratuito per realizzare una maschera per il viso
Christopher Kane ha offerto un pacchetto artigianale gratuito per realizzare maschere per il viso con tessuti della passata stagione a casa a tutti i cittadini del Regno Unito

Vorrei citare tutti gli stilisti e le case di moda che stanno partecipando a modo loro a questa urgenza per le maschere. Ci sono sempre eroi sconosciuti, e in questo caso produttori di intimo, che sono i primi ha iniziato la produzione per l'aiuto agli ospedali, che probabilmente non potrò menzionare. Ho controllato tutti quanti.

In Inghilterra Burberry riutilizzando la loro fabbrica di trench a Castleford, nello Yorkshire, per realizzare camici e maschere non chirurgiche per i pazienti negli ospedali del Regno Unito. Tutto sta nel Regno Unito.

In Milano, Italia Federazione della Moda Camera Nazionale della Moda Italiana - CAMERAMODA con i suoi Associati ha creato un importante progetto di solidarietà "Italia, siamo con te" e aperto a tutti i marchi e le associazioni che combattono l'emergenza Covid-19. Salvatore Ferragamo è uno dei sostenitori di questo progetto. Versace inoltre sostiene attivamente questa iniziativa. Giorgio ArmaniTutte le fabbriche hanno avviato la produzione di maschere chirurgiche monouso e tute mediche. Ermanno Scervino iniziò anche la produzione di maschere mediche. Fendi ha sostenuto la Regione Lombardia e ha donato le maschere alla Regione Toscana. Kering (Gucci) oltre a numerose donazioni concentrate ora su stampanti 3D che producono diverse forniture mediche. Moncler ha donato 10 milioni di euro per la costruzione dell'ospedale di Milano e 400 unità di terapia intensiva (inclusa la produzione delle maschere). Gruppo Zegna ha convertito una parte dei suoi stabilimenti produttivi in ​​Italia e Svizzera alla produzione di maschere, che forniranno forniture fondamentali sia ai dipendenti Zegna che alle più ampie esigenze di questi paesi. Il Gruppo Zegna ha anche fornito un contributo finanziario diretto per fornire ventilatori a diversi ospedali. Prada stabilimento di Montone, Italia, rimasto aperto per la produzione di mascherine non chirurgiche da consegnare al personale sanitario in Italia. Calzedonia mette a disposizione le proprie fabbriche tessili e le risorse aziendali per convertire la propria produzione in maschere e camici ospedalieri. Hanno in programma di produrre 10,000 maschere e donare agli ospedali.

In New York, Stati Uniti d'America le iniziative si moltiplicano di minuto in minuto. Il governatore Andrew M. Cuomo ha chiesto aiuto alle case di design americane. Cristiano Cowan ha risposto al governatore che è pronto a fare camici e maschere da ospedale tanto necessari. Carolina Herrera ha aperto una linea di produzione per la realizzazione di semplici maschere in cotone per l'industria alimentare e sanitaria (maschere a 1 strato, senza controllare eventuali tessuti e quanto utili sarebbero queste maschere). Christian Siriano con tutta la sua gentilezza ha anche risposto alla chiamata del Governatore di New York e ha iniziato a produrre nel suo atelier 1000 maschere al giorno (maschere a 1 strato MA con tessuto non tessuto in microfibra, che è utile, in quanto questo tessuto è utilizzato nella produzione di N95 maschere). Sono tutti colorati, e ne ha prodotti già più di 10 mila e donati agli ospedali di New York. Si è assicurato che tutti gli standard e i requisiti per la protezione fossero soddisfatti. Michael Kors il marchio, insieme ai contributi personali del fondatore Michael Kors e del CEO John Idol, ha donato 2 milioni di dollari a due dei più grandi sistemi ospedalieri di New York: NYU Langone Health e NewYork-Presbyterian Hospital. Ralph Lauren ha collaborato con CFDA (The Council of Fashion Designers of America) e ha donato 250,000 maschere e 25,000 camici isolanti che seguono gli standard richiesti dalla FDA agli ospedali di New York, New Jersey e North Carolina. Nelle ultime due settimane ha trasformato parte della sua catena di fornitura per produrre maschere lavabili in lavatrice e camici isolanti con diversi partner di fabbrica negli Stati Uniti. Prabal Gurung sta seguendo questa iniziativa ed è pronta a produrre le maschere secondo gli standard richiesti dalla FDA. Tory Burch sta donando i materiali necessari per maschere e camici ospedalieri in collaborazione con il Catholic Health Services di Long Island, che serve sei ospedali di New York. Stanno producendo maschere in tessuto come raccomandato dal CDC. Vera Wang prevede inoltre di realizzare la produzione delle maschere, seguendo gli standard richiesti dalla FDA.

Ralph Lauren, Giorgio Armani, Fendi, Zegna, Christian Siriano, Moncler, Michael Kors, Prada, Ermanno Servino producono maschere protettive a sostegno del covid-19
Ralph Lauren, Giorgio Armani, Fendi, Zegna, Christian Siriano, Moncler, Michael Kors, Prada, Ermanno Servino producono maschere protettive a sostegno del Coronavirus Covid-19

In Parigi, Francia Federazione dell'Alta Moda e della Moda FHCM a parte l'annuncio della cancellazione delle settimane della moda uomo e Haute Couture previste per luglio 2020, non ha annunciato né preso alcuna iniziativa per combattere il coronavirus. Così le case di moda francesi e gli stilisti di Haute Couture restano a casa, nei loro “esterni”. Fédération Française du Prêt à Porter Féminin sostiene (pubblicato sulla propria pagina facebook) un annuncio di Noyoco un marchio di moda insieme a 70 produttori (Le Slip Français, Petit Bateau, Lacoste e altri) che chiede donazioni per produrre le maschere. Tutti insieme a 70 produttori (tanti) hanno annunciato con orgoglio di aver già prodotto nelle ultime 4 settimane 10,000 maschere di cotone a 3 strati tipo FFP2, non adatte alla protezione, o altro, poiché il cotone da solo non può filtrare nemmeno la polvere (e noi don parliamo del virus). Mi chiedevo solo come designer di New York Christian Siriano da solo, senza che 70 produttori solo nel suo atelier riuscissero nelle ultime 3 settimane a produrre 10,000 maschere e le dessero agli ospedali, senza fare lunghi discorsi, e 70 produttori francesi non potevano? Oltre ovviamente presidente di Fédération Française du Prêt à Porter Féminin ha proposto di parlare al telefono con tutti i designer in difficoltà. Suppongo che sarebbe un'esperienza psicologica "rimpicciolita" se riuscissero a metterlo su un telefono, poiché molte chiamate ed e-mail apparentemente non hanno risposto. Successivamente ho notato che molti stilisti emergenti hanno iniziato a vendere maschere fatte in casa per 50 euro, senza ovviamente il rispetto di eventuali certificazioni, solo semplici rivestimenti in cotone. Probabilmente questo è stato uno dei consigli più utili: trarre profitto dalla drammatica situazione sociale e guadagnare un po 'di soldi. Chanel, oltre alla donazione alle fondazioni ospedaliere, ha anche donato 50,000 maschere al personale ospedaliero e ora sta mobilitando i suoi produttori per realizzare nuove maschere, che sono in fase di approvazione, poiché le maschere prodotte sono semplici maschere di cotone tipo FFP2, non adatto per protezione, o altro. E…. non sono mai stati approvati. Quindi il destino di queste maschere è sconosciuto. Oh sì, e pochi marchi di moda francesi donano il 15% dei loro profitti dalle vendite online a diverse fondazioni ospedaliere. Naturalmente lo hanno annunciato con orgoglio.

Vale la pena menzionare quello sconosciuto al grande pubblico francese EMINENCE - produttore di biancheria intima in Francia. E a proposito, questa azienda è quella che in realtà produce biancheria intima di alta qualità per famosi "Le Slip Français“, Per il quale, tra l'altro, il CEO di questo marchio di slip riceve costantemente medaglie varie e diverse. Eminenza quasi da subito ha trasformato la sua produzione per produrre maschere protettive per il viso per ospedali ed esercito francese. Sono l'unico eroe sconosciuto, che è in prima linea con gli ospedali che combattono con le loro belle qualità per la salute dei primi in fila. 50,000 maschere prodotte recentemente solo per esigenze dell'esercito francese. Ecco alcuni disegni divertenti che Eminence ha pubblicato su se stessi:

Eminence - produttore francese di biancheria intima - divertenti duri sulla produzione di maschere protettive
Eminence - Produttore francese di biancheria intima, che oggi produce maschere per l'esercito, per gli ospedali - disegni divertenti sulla produzione di maschere protettive. A sinistra: "Non tutti gli eroi hanno superpoteri, ma hanno coraggio" - Supergirl. A destra: "Non sono contrario, ma puoi adattare un po 'lo stile" - Nota di assistenza medica.

E un altro eroe degno di nota è Le Tissage di Charlieu, che producono generalmente abbigliamento donna, abbigliamento uomo, complementi d'arredo e aeronautica. Oggi producono settimanalmente 1 milione di maschere destinate al pubblico francese e presto saranno distribuite a Parigi.

È tutta una questione di marchi di moda francesi. Si chiamano “marchi francesi della moda di lusso”, parlano e parlano, e per questo i presidenti delle federazioni della moda si danno le medaglie. Si Bene… essere generosi nell'industria della moda francese è davvero un lusso ai nostri giorni. Forse è il momento di ripensare se dovremmo comprare qualcosa da loro o no.

Inoltre dovrei citare diversi marchi che hanno deciso di partecipare alla lotta al coronavirus e produrre le maschere e gli abiti. Marchio svedese H & M ha iniziato a produrre dispositivi di protezione individuale, maschere, guanti e camici, per donarli agli ospedali e al personale sanitario. Marchio tedesco Hugo Boss riorganizzò i loro laboratori, sale conferenze e annessi della sua sede in Germania per dotarli di macchine da cucire. Agli ospedali vengono donati camici e maschere protettive. Marchio spagnolo Mango si è impegnata a fornire 2 milioni di maschere per aiutare a proteggere gli operatori sanitari negli ospedali in Spagna.

Esistono standard per la produzione di maschere protettive per il viso?

Sì, ci sono degli standard ed è molto importante seguirli. Gli standard sono molto severi, quindi il minuscolo virus non può passare attraverso. Questo è importante da capire e specialmente quando iniziamo tutti a creare maschere da soli. E spiega perché 1 strato di maschera di cotone - non fa nulla, non serve a nulla e fondamentalmente dà solo una falsa sensazione di protezione. Cominciamo con la descrizione dei materiali da cui sono costituite le mascherine chirurgiche e l'N95:

Le maschere chirurgiche sono realizzate in “tessuto non tessuto soffiato a fusione”. Hanno una struttura a 3 strati composta da materiali come:
Strato di tessuto non tessuto impermeabile (anteriore)
Tessuto non tessuto in microfibra soffiato come filtro (al centro) - MOLTO IMPORTANTE
Tessuto non tessuto ordinario (retro)

I tessuti “melt-blown” non sono le strutture tessute o lavorate a maglia, come t-shirt e jeans per esempio, sono più simili alla cartapesta. La complessa stratificazione e sovrapposizione di questi sottili filamenti di plastica crea un labirinto simile a un boschetto che può intrappolare le particelle sospese nell'aria. I sottili filamenti di plastica nelle maschere protettive usa e getta sono un polimero chiamato polipropilene. Il polipropilene ha due grandi proprietà per respingere i virus: lo è caricato negativamente, ed è idrorepellente. Ora, i virus hanno bisogno di acqua per rimanere vitali e sono anche caricati negativamente. E…. negativo respinge negativo. La molecola di polipropilene con carica negativa respinge il virus con carica negativa e, poiché il polipropilene respinge anche l'acqua, al virus viene negata l'umidità di cui ha bisogno per essere vitale. Ta-da !!!

Tre tipi separati di tessuti in polipropilene a carica negativa nella maschera chirurgica: un tipo traspirante per la bocca vicino, un tipo filtrante in microfibra al centro (filtro) e un tipo barriera sul lato rivolto verso il mondo.

Maschera chirurgica a 3 strati
Maschera chirurgica a 3 strati

La maschera medica N95 è quasi la stessa della maschera chirurgica ma ha più strati e si adatta perfettamente al viso. Ma gli strati e i principali sono gli stessi. Il poliestere respinge anche l'acqua ed è anche caricato negativamente, ma non così negativo come il polipropilene. Ecco perché 1 strato di cotone, che presenta enormi buchi in relazione alle dimensioni del virus, è inutile. Questo tipo di maschera lascia semplicemente che il virus attraversi il cotone senza problemi, poiché non c'è affatto maschera.

E ora la parte difficile: i tessuti. Ci sono tutti i tipi di tessuti diversi, maglieria, cotone, poliesteri, microfibre. Cosa scegliere? Ci sono 2 organizzazioni che conosco che hanno fornito a tutti i produttori e stilisti i requisiti dei tessuti per le maschere per gli ospedali e per il pubblico. Negli USA tutti gli standard sono certificati da La Food and Drug Administration (FDA). In Francia tutti gli standard certificati da Association Française de Normalization (AFNOR). Oggi hanno milioni di download da tutta Europa, guide agli standard per i produttori e in generale per tutti. Entrambe queste associazioni sono sulla stessa pagina.

AFNOR offre una guida sui tessuti a tutto il pubblico, che descrive la qualità di molti tessuti che possiamo trovare e utilizzare. Non esitare - USALA, CONSIDERALA COME GUIDA ULTIMA !!! La qualità di ogni tessuto è descritta in base a come le particelle sospese nell'aria (virus inclusi) possono passare attraverso o meno, quale tessuto può essere usato come barriera o filtro. Oggi il governo francese ha incaricato diversi produttori tessili di produrre maschere protettive per il pubblico secondo la guida AFNOR.

Norme AFNOR per la produzione di maschere protettive
Norme AFNOR per la produzione di maschere protettive

Quindi saliamo l'estate e andiamo secondo la guida AFNOR. La maschera protettiva che possiamo produrre da soli dovrebbe contenere diversi strati. Il cotone può essere utilizzato per la parte anteriore e posteriore. E lo strato intermedio più importante è….

Tessuto non tessuto in microfibra come lo è il filtro nella maschera facciale L'ARMA SEGRETA CONTRO IL VIRUS.

In altre parole, l'arma segreta della maschera protettiva si trova nello strato intermedio. Possiamo trovare questo tessuto in qualsiasi supermercato. Questi tessuti che utilizziamo per i tovaglioli, per la pulizia di vetri e vetri “tessuto non tessuto”. È molto importante sapere che la maggior parte della filtrazione dell'aria è costituita da microfibre non tessute. Il tessuto non tessuto è un materiale simile al tessuto costituito da fibre in fiocco (corte) e lunghe (continue lunghe), unite insieme mediante trattamento chimico, meccanico, termico o con solvente. Il termine è utilizzato nell'industria manifatturiera tessile per indicare tessuti, come il feltro, ad esempio, che non sono né tessuti né lavorati a maglia.

Tessuto in microfibra che può essere utilizzato come filtro per la maschera protettiva fatta in casa
Tessuto in microfibra che può essere utilizzato come filtro per la maschera protettiva fatta in casa

Perché usiamo questo tessuto non tessuto in microfibra per la pulizia? Semplicemente perché i tessuti in microfibra progettati per la pulizia su a scala microscopica. Perché? Perché si caricano negativamente, e quindi questo tessuto mantiene tutta la polvere e i microbi su di loro. Secondo i test, l'utilizzo di materiali in microfibra per pulire una superficie porta a ridurre il numero di batteri del 99%, mentre un materiale di pulizia convenzionale riduce questo numero solo del 33%.

Quindi, quando si tratta della maschera protettiva, è di vitale importanza utilizzare questo tessuto non tessuto in microfibra come filtro. Quello che possiamo acquistare nei supermercati per la pulizia è abbastanza vicino al tessuto in microfibra utilizzato per le maschere mediche. Un altro trucco degno di nota. Come ho già detto, questo tessuto in microfibra ha una carica negativa, il cotone d'altra parte ha una carica positiva, poiché realizzato con materiali naturali.

Comprensione della maschera protettiva a 3 strati
Comprensione della maschera protettiva a 3 strati
Caractéristiques du Masque de protection 3 divani
Caractéristiques du Masque de protection 3 divani

E indovina cosa succede quando materiali caricati negativamente e caricati positivamente interagiscono tra loro quando vengono assemblati nella maschera? Stanno creando un file campo elettromagnetico, che è per certi virus arresta per arrivare a te. Le particelle virali si incollano al filtro in microfibra e rimangono lì. Questo è il segreto del filtro.

Quindi, per semplificare la maschera protettiva che ti stai preparando, dovresti avere 3 strati. 2 strati di cotone e al centro come tessuto non tessuto in microfibra filtrante.

Semplice guida per realizzare in casa la MASCHERA PROTETTIVA VISO
Semplice guida per realizzare in casa la MASCHERA PROTETTIVA VISO
Le guide pour fabriquer à la maison MASQUE DE PROTECTION
Le guide pour fabriquer à la maison MASQUE DE PROTECTION

Come realizzare da soli una maschera protettiva per il viso

Ho una famiglia. E la cosa più importante per me è proteggere la mia famiglia da qualsiasi danno. È molto personale. Ho studiato guide professionali, ho letto articoli sulle forniture di cure mediche e di cosa sono fatte, articoli su fisica, virus e ho raccolto informazioni riassuntive per te, poiché credo che sia di vitale importanza per tutti noi. E penso che useremo le maschere fino alla fine di quest'anno, e forse anche il prossimo, quindi è una specie di conoscenza importante.

Condividerò come ho realizzato maschere protettive per la mia famiglia. Darò la mia esperienza personale a persone che come me non hanno una macchina da cucire e le cui capacità di cucito si limitano a fissare i bottoni e rammendare i calzini. Quindi se hai già un'idea del disegno o sai come cucire, puoi smettere di leggere qui. Ricorda solo che se scegli un materiale non tessuto in microfibra sottile come il tovagliolo, ad esempio, la maschera non può essere lavata e non può essere riutilizzata. E un altro, se non riesci a trovare materiale in microfibra non tessuta, acquista materiale in microfibra tessuta. Non sarà così efficace, ma sarà comunque protettivo, poiché questo materiale sarà ancora caricato negativamente e creerà un campo elettromagnetico quando interagirà con il cotone. Inoltre, non acquistare materiali non tessuti dove sono presenti alcuni prodotti o costituiti da alcune particelle di vetro come molti sacchetti per aspirapolvere. La scelta migliore sarebbero i tessuti per la pulizia delle finestre. Va bene anche il pile (è anche un poliestere non tessuto) MA è molto meno efficace, poiché non è così forte, quindi il campo negativo non sarà così potente e di conseguenza il campo elettromagnetico non sarà così forte.

Diciamo che il panno in microfibra non tessuto come filtro darà l'80-90% di protezione, il panno in microfibra tessuto darà il 70% di protezione, il pile darà il 60% di protezione.

Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito

Quindi ora alla caccia. Se sono riuscito a creare maschere protettive riutilizzabili per tutta la mia famiglia senza sapere come progettare o misurare, o abilità di cucito serie, puoi farlo anche tu. E per favore, non andare facilmente e acquista la maschera online. Non ci si può fidare di un solo venditore online. Non sai se tutti i requisiti sono stati rispettati. Compri a tuo rischio.

Di cosa ho bisogno per rendere efficace la maschera per il viso? Ho bisogno di tessuto di cotone, ho bisogno di un panno non tessuto in microfibra e ho bisogno di qualcosa che possa fungere da cordino elastico per tenerlo. E con questo sono andato al supermercato all'aperto. Vivo a Parigi e Monoprix è la scelta migliore dove posso trovare tutto ciò di cui ho bisogno per la maschera. Nome di tutto senza abilità di cucito c'è solo una scelta di cotone: le mutandine di cotone. Solo a Monoprix (in Francia) è ancora possibile acquistare questo tipo di articoli. Puoi ottenere un pacchetto di 4 da cotone biologico. Un altro vantaggio delle mutandine classiche in cotone potrebbe essere un po 'carino, un'ampia scelta di colori e stampe, assomigliare alla forma del viso e potrebbe essere piegato e creare strati. Sono andato per il marchio Monoprix. Secondo - panno in microfibra. Ne ho due tipi: uno - microfibra non tessuta per pulire le finestre e un altro - tovagliolo di carta non tessuto molto sottile (lo userò per maschere sottili estive). Terza - un cavo. Non ho trovato alcun elastico, quindi ho comprato diversi lacci per scarpe lunghi e larghi. Per 1 maschera ho bisogno solo di 1 pizzo.

Avanti: cucito. Le mutandine di cotone hanno diversi vantaggi: sono già cucite quindi devi solo regolarle, hanno degli elastici in modo che si adattino meglio al viso, e quando le pieghi puoi avere 4 strati di cotone, e in mezzo puoi metterti panno in microfibra per filtro e puoi attaccare facilmente i lacci delle scarpe. Abbastanza pulito, eh?

Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito

Ta-da !!! Vestibilità perfetta! E sembra carino. Un po 'di sparatorie è d'obbligo. Spero che questa informazione abbia aiutato. Risparmia!

Eleonora de Grey - guida definitiva per realizzare maschere protettive a casa
Eleonora de Grey - guida definitiva per realizzare maschere protettive a casa - articolo di Redattore capo di RUNWAY MAGAZINE
Eleonora de Grey - guida definitiva per realizzare maschere protettive a casa
Eleonora de Grey - guida definitiva per realizzare maschere protettive a casa - articolo di Redattore capo di RUNWAY MAGAZINE

Per un bell'aspetto e quelli con esperienza di cucito, do un paio di immagini da AFNOR. Modelli molto utili.

Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito
Maschere facciali protettive fai-da-te senza esperienza di cucito

Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY MAGAZINE

Torna in alto