40 anni di Marc Jacobs – Primavera 2024

40 anni di Marc Jacobs – Primavera 2024 “Le sue bambole preferite – Intellettuali di New York”. Storia di Eleonora de Gray, caporedattrice di RUNWAY. Per gentile concessione della foto: Marc Jacobs.

Mentre scrivo questo tributo a Marc Jacobs in occasione del 40° anniversario del suo marchio, non posso fare a meno di infondergli il calore che deriva da anni passati non solo ad ammirare il suo lavoro ma anche a sentire un legame personale con l'uomo dietro il marca.

Ricordo vividamente di essere entrato nel suo negozio a New York, non solo come editore ma come qualcuno che era arrivato a considerarlo un amico nel mondo dello stile. Gli scaffali pieni delle sue creazioni sono stati testimoni della mia evoluzione sartoriale e ogni pezzo racconta una storia che va oltre il semplice tessuto e filo.

L'ambientazione per il suo spettacolo di anniversario al Park Avenue Armory era a dir poco magica. Oscuro e misterioso, incapsulava perfettamente l'enigma di Marc Jacobs. I giganteschi tavoli e sedie pieghevoli, un omaggio al defunto artista Robert Therrien, si ergevano a testimonianza della capacità di Marc di intrecciare perfettamente l'arte nella sua narrativa. Mentre osservavo lo spettacolo, mi sentivo come se fossi invitato nel santuario più intimo della sua mente creativa.

Le modelle si pavoneggiavano lungo il runway, navigando sotto il tavolo incombente, ogni capo è un'opera d'arte che porta la firma inconfondibile dello stile irriverente ma senza tempo di Jacobs. Il gioco con le proporzioni, i tessuti non convenzionali e le alterazioni esposte: ogni dettaglio parlava di un designer che non ha paura di oltrepassare i limiti. Era una sinfonia di nostalgia e audacia, un segno distintivo del genio di Marc.

Le parole di Marc Jacobs: “Attraverso l'inevitabile lente del tempo, il mio bicchiere rimane pieno di meraviglia e riflessione”, ha risuonato profondamente con me. Racchiude l'essenza di un designer che non solo ha resistito alle mutevoli maree dell'industria della moda, ma lo ha fatto con grazia, meraviglia e un impegno incrollabile per l'espressione di sé.

1 Marc Jacobs Primavera Estate 2024 40 anni di Marc Jacobs Runway Magazine

2 Marc Jacobs Primavera Estate 2024 40 anni di Marc Jacobs Runway Magazine
40 anni di Marc Jacobs

3 Marc Jacobs Primavera Estate 2024 40 anni di Marc Jacobs Runway Magazine

La sfilata di Marc Jacobs

Le runway ha preso vita con modelli che incarnavano l'essenza delle bambole, i loro look meticolosamente curati per evocare un'estetica giocosa e accattivante. La caratteristica più sorprendente erano le acconciature alte delle modelle, che ricordavano le proporzioni di una bambola e aggiungevano un tocco di fantasia all'intera presentazione. Marc Jacobs, da sempre maestro dello stile d'avanguardia, ha giocato con il concetto di abbigliamento oversize, creando una narrazione visiva che fondeva perfettamente la dolcezza con un tocco intellettuale.

La collezione stessa è stata una testimonianza della capacità di Jacobs di rimanere rilevante e creativo dopo quattro decenni nel settore. Ogni capo, dagli abiti signorili agli abiti da cocktail e alle colonne da sera, era intriso di un senso di innocenza e modernità. La natura oversize degli abiti, un allontanamento dalle silhouette tradizionali, ha aggiunto un tocco contemporaneo, dando vita al concetto di bambole di carta viventi.

L'uso di tessuti rigidi simili alla schiuma e di tecniche di cucito non convenzionali hanno contribuito all'estetica disorientante ma attuale della collezione. Le spalle si spingevano in avanti su maglioni pesanti, creando un effetto 2D, mentre decorazioni trompe l'oeil piatte davano l'illusione di collane o spille. L'effetto complessivo è stato una piacevole rottura dell'ordinario, una celebrazione della moda come forma di espressione artistica.

Tra i pezzi di spicco c'era la versione “ridicolmente capiente” dell'iconica borsa Venetia di Jacobs, un cenno ai suoi successi passati che si fondeva perfettamente con la narrativa giocosa della collezione. L'inclusione di tute da ginnastica con giacche rimpicciolite e set di velluto pastello ha aggiunto un tocco di modernità, colmando il divario tra passato e presente.

Forse l’aspetto più accattivante della collezione è stata la sua accessibilità. La quotidianità dei capi è stata trasformata in qualcosa di straordinario attraverso la visione unica di Jacobs. Le modelle, con il loro aspetto da bambole, hanno camminato sul confine sottile tra nostalgia e innovazione, creando una collezione che sembrava allo stesso tempo familiare e piacevolmente nuova.

Al termine della sfilata, è diventato evidente che la collezione per il 40° anniversario di Marc Jacobs era una celebrazione non solo della sua illustre carriera ma anche del duraturo spirito di creatività. Le bambole, i riferimenti intellettuali e l'estetica contemporanea convergono tutti per creare un arazzo di moda che parla al cuore della filosofia di design di Jacobs: irriverente, carino ed eternamente chic.

Marc Jacobs ha dimostrato con questa collezione che la vera innovazione sta nella capacità di reinventare in modo giocoso ciò che è familiare. Bambole e intellettuali di New York possono sembrare un binomio non convenzionale, ma sotto il tocco magistrale di Jacobs, è diventata una celebrazione armoniosa di 40 anni di eccellenza nella moda. Ecco tanti altri anni di deliziose sorprese da parte dell'irrefrenabile Marc Jacobs.

Buon anniversario, Marc!

Quindi ecco a te, Marc! Grazie per 40 anni di audace innovazione, per essere un devoto newyorkese la cui influenza si estende ben oltre il runway. Saluti al prossimo capitolo della tua eredità e non vedo l'ora di continuare questo viaggio con te, un pezzo dal design impeccabile alla volta.

Con ammirazione e un armadio pieno di ricordi,

Eleonora de Grey

4 Marc Jacobs Primavera Estate 2024 40 anni di Marc Jacobs Runway Magazine
40 anni di Marc Jacobs

5 Marc Jacobs Primavera Estate 2024 40 anni di Marc Jacobs Runway Magazine

Guarda tutti i look 40 anni di Marc Jacobs – Primavera Estate 2024

Un piccolo extra nel backstage



Inserito da New York, Manhattan, Stati Uniti.