Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024-25

Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024-25 “T-Shirt Damn-Man contro Super Butterfly-Dude”. Storia in stile fumetto scritta da Eleonora de Gray, caporedattore di RUNWAY. Per gentile concessione della foto: Balenciaga.

Introduzione

“Questa collezione couture è un omaggio ai codici di abbigliamento della sottocultura come importanti influenze del mio vocabolario della moda. Ho scelto quattro componenti permanenti delle ultime due decadi di collezioni di Cristóbal Balenciaga e li ho applicati alla mia estetica di design per creare un ponte tra l'eleganza e la silhouette distintive di Balenciaga e il mio stile personale." Dammi

T-Shirt Damn-Man contro Super Butterfly-Dude

Storia in stile fumetto

Pannello 1:
Skyline della città al crepuscolo, con l'iconica insegna al neon "Fashion District" che brilla brillantemente. Di seguito, le strade si animano del brusio della sfilata Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024-25.

Narratore:
Nel cuore del quadrilatero della moda sta per iniziare un'epica resa dei conti. Il mondo dell'alta moda, solitamente regno di eleganza e compostezza, sta per essere stravolto. Due titani della couture, T-Shirt Damn-Man e Super Butterfly-Dude, sono in rotta di collisione che promette di ridefinire lo stile stesso. Ma su tutto incombe la presenza minacciosa di The Wrath of Fashion or RUNWAY, in attesa di schiacciare ogni parvenza di ordine.

1 Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024 25 Runway Magazine

2 Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024 25 Runway Magazine

3 Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024 25 Runway Magazine

Pannello 2:
Primo piano di T-Shirt Damn-Man, con un aspetto determinato nel suo completo caratteristico: un patchwork di vecchie magliette, jeans e pantaloncini sportivi cuciti insieme in un outfit caotico ma in qualche modo coeso.

T-Shirt Damn-Man:
La moda di questa città è andata troppo oltre. È tempo di ridare un senso al runway! E per senso intendo la follia assoluta!

Narratore:
Soddisfare T-Shirt Damn-Man, il designer canaglia con un gusto per lo scandaloso. La sua arma preferita? Un arsenale di tessuti riciclati e uno spirito ribelle. Stasera è qui per fare una dichiarazione: la moda dovrebbe essere divertente, coraggiosa e straordinariamente imperfetta.

Pannello 3:
Super Butterfly-Dude piomba dentro, le sue ali sono un tripudio di colori, indossa un abito a giacca gonfia che sembra pronto a prendere il volo da solo.

Super Farfalla:
Facile lì, T-Shirt Damn-Man. Non dimentichiamo chi governa veramente il runway – io e le mie favolose ali!

Narratore:
Entra in Super Butterfly-Dude, il visionario d'avanguardia che crede che la moda debba sempre prendere il volo. I suoi abiti sono uno spettacolo, combinando la stravaganza delle maschere a farfalla con l'audacia delle finte pellicce blu, facendolo sembrare un povero uccello bagnato. È qui per sfidare T-Shirt Damn-Mancon il suo marchio di splendore sartoriale.

Pannello 4:
Entra Garbage Lady, il suo vestito è un capolavoro creativo di sacchi della spazzatura e cianfrusaglie assortite, e seta, ma stranamente elegante.

Signora della spazzatura:
Ragazzi, pronti ad affrontare The Wrath of Fashion? Stasera è la sera in cui distruggiamo il convenzionale!

Narratore:
E non dimentichiamo Garbage Lady, la regina dell'eco-chic. I suoi completi, realizzati con sacchi della spazzatura e oggetti di scarto, testimoniano la bellezza degli scartati. Lei è il jolly in questo faccia a faccia di moda, aggiungendo un tocco di sostenibilità al caos.

Pannello 5:
L' runway lo spettacolo inizia, le modelle si pavoneggiano in abiti oltraggiosi. Si indossano diversi piumini cuciti insieme, creando un abito assurdamente voluminoso. Un altro sfoggia un abito patchwork di vecchi jeans, magliette e bermuda.

Narratore:
Il palco è pronto e le modelle entrano in scena runway. Il pubblico è deliziato da uno spettacolo di creatività: abiti voluminosi realizzati con giacche a sbuffo, abiti patchwork di vecchi jeans e magliette e altro ancora. Lo scontro di stili è palpabile, ogni outfit è più audace del precedente.

Pannello 6:
Un uomo con una maschera da corvo e una lunga felpa decorata con un gigantesco adesivo di Halloween della morte avanza a grandi passi runway. Il suo aspetto è allo stesso tempo inquietante e assurdo.

Narratore:
Il primo è l'Uomo Corvo, avvolto nel mistero e nella morbosità. La sua felpa, adornata con un gigantesco adesivo della morte di Halloween, aggiunge un tocco macabro all'insieme.

T-Shirt Damn-Man:
Chi ha invitato l'uomo uccello alla festa?

Pannello 7:
Successivamente, esce un uomo con una maschera gialla da farfalla e un lungo mucchio di jeans, il suo aspetto è tanto bizzarro quanto accattivante.

Narratore:
Lo segue c'è Yellow Butterfly Man, drappeggiato in un lungo mucchio di jeans. Il suo aspetto è tanto bizzarro quanto accattivante, una vera testimonianza del lato stravagante della moda.

Super Farfalla:
Immagino che pensassero che servisse più... potenza delle ali. (ammicca)

Pannello 8:
Il modello finale esce, indossando una maschera da farfalla gialla e una maglietta sportiva con il numero 10, etichettato "Fangye". La folla è allo stesso tempo confusa e divertita.

Narratore:
In coda c'è Fungi Man, che indossa una maschera da farfalla gialla e una maglietta sportiva decorata con "Fangye". Un omaggio alle prossime Olimpiadi di Parigi, il suo look è allo stesso tempo un omaggio all'atletismo e alla moda, o probabilmente solo ad alcuni funghi.

Signora della spazzatura:
Penso che stia cercando di unire sport e alta moda. È come un fungo della moda!

Pannello 9:
T-Shirt Damn-Man, Super Butterfly-Dude e Garbage Lady saltano sul runway, provocando scalpore tra il pubblico. Hanno una posa eroica.

Narratore:
Mentre le modelle si pavoneggiano, i nostri eroi fanno il loro drammatico ingresso. T-Shirt Damn-Man, Super Butterfly-Dude e Garbage Lady saltano sul runway, pronto a sfidare le norme. Il pubblico è in soggezione, incerto se ridere o applaudire, quindi fanno entrambe le cose.

T-Shirt Damn-Man:
È ora di mostrare a queste fashioniste com'è il vero stile!

Pannello 10:
Il trio sfila lungo il runway, i loro abiti non corrispondenti si scontrano con i modelli di alta moda che li circondano. La folla scoppia in risate e applausi.

Narratore:
Il trio sfila lungo il runway, i loro abiti non corrispondenti sono un tripudio di colori e texture. È un glorioso scontro tra alta moda e street style, una celebrazione dell'individualità e della creatività, o almeno così sembra... La folla non riesce a contenere la propria gioia, scoppiando in risate e applausi.

Super Farfalla:
Chi sapeva che salvare la moda potesse essere così divertente?

Pannello 11:
T-Shirt Damn-Man, ora rivelato come lo stilista dello spettacolo, si fa avanti con uno svolazzo, con il cappello della maglietta svolazzante.

Narratore:
E poi, la svolta – T-Shirt Damn-Man si rivela come la mente dietro la collezione. Il suo cappello con la maglietta si gonfia mentre si fa avanti, pronto a rivolgersi al pubblico.

T-Shirt Damn-Man:
Vedi, la moda non è conformità. Riguarda la creatività e il caos, e probabilmente un po' di spazzatura gettata dentro!

Pannello 12:
I modelli, tra cui il ragazzo con la maschera da corvo, l'uomo con il cappotto a farfalla blu e il ragazzo con la maglietta sportiva a farfalla gialla, si uniscono agli eroi, posando tutti insieme in una posizione finale trionfante.

Narratore:
Le modelle, ormai parte della ribellione, si uniscono agli eroi in una posa trionfante. È un quadro di sfida contro l'ordinario, un'affermazione che la moda è per tutti.

Signora della spazzatura:
E a volte si tratta di portare fuori la spazzatura, letteralmente!

Pannello 13:
Un ingresso drammatico in cui l'Angelo, che rappresenta L'ira della moda, scende dalle travi, vestito con un abito etereo che sembra brillare di autorità divina.

Narratore:
Ma aspetta! Proprio quando la vittoria sembra assicurata, una figura angelica scende dalle travi. È Angel, l'incarnazione di The Wrath of Fashion, qui per riportare l'ordine nel caos.

L'ira della moda:
Osi deridere le sacre sale della couture con le tue buffonate? Preparati a imparare la vera arte della moda!

Pannello 14:
L'ira della moda si placa senza sforzo T-Shirt Damn-Man con una frusta di stoffa ben mirata, facendolo ruzzolare in un mucchio di magliette.

Narratore:
Con un colpo della sua frusta di stoffa, The Wrath of Fashion invia T-Shirt Damn-Man cadendo in un mucchio delle sue stesse magliette.

T-Shirt Damn-Man:
Cosa... cosa mi ha colpito?

Pannello 15:
Super Butterfly-Dude cerca di prendere il volo ma viene catturato dalla rete scintillante di The Wrath of Fashion, riportandolo con i piedi per terra.

Narratore:
Super Butterfly-Dude tenta di prendere il volo, ma The Wrath of Fashion lo intrappola in una rete scintillante, riportandolo sulla terra.

Super Farfalla:
Ehi, questo non era nella sceneggiatura!

Pannello 16:
Garbage Lady, vedendo cadere i suoi compagni, tenta una carica disperata, ma The Wrath of Fashion alza semplicemente una mano, e una folata di vento fa svolazzare via il suo vestito pieno di sacchi della spazzatura.

Narratore:
Vedendo cadere i suoi compagni, Garbage Lady carica, ma con un semplice gesto, The Wrath of Fashion manda una folata di vento che disperde ai venti il ​​suo vestito con il sacco della spazzatura.

Signora della spazzatura:
Bene, ecco la mia dichiarazione di sostenibilità...

Pannello 17:
Il pubblico, ora in piedi, guarda in un silenzio sbalordito mentre The Wrath of Fashion si erge vittorioso, con gli eroi sconfitti ai suoi piedi.

Narratore:
Il pubblico, ora in piedi, osserva in un silenzio sbalordito. L'Ira della Moda ha parlato.

L'ira della moda:
Che questa serva da lezione: la vera moda è un'arte, non un circo!

Pannello 18:
Epilogo: uno scatto della città di notte, con l'insegna del Fashion District ancora accesa, ora con un nuovo slogan sotto: "Fashion for Everyone!"

Narratore:
Alla fine, non conta cosa indossi, ma come lo indossi. E a volte, si tratta di sapere quando farsi da parte e lasciare che i veri maestri della moda regnino sovrani.

T-Shirt Damn-Man:
Fino alla prossima stagione, rimanete alla moda, gente! E tieni la spazzatura vicino!

Super Farfalla:
E ricorda, la moda dovrebbe sempre prendere il volo, anche se precipiti!

Signora della spazzatura:
O almeno, porta fuori la spazzatura!

Pannello 19:
*Gli eroi, malconci ma ancora ribelli, si allontanano verso il tramonto, i loro abiti spaiati sono un simbolo del loro spirito immortale.*

Narratore:
Mentre i nostri eroi si allontanano verso il tramonto, con i loro abiti spaiati a testimonianza del loro spirito immortale, ci rimane un nuovo mantra: la moda... no, scusa, la spazzatura è per tutti! Con un po' di funghi!

La fine

4 Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024 25 Runway Magazine

5 Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024 25 Runway Magazine

Conclusione

Il tumulto per la collezione Haute Couture Autunno Inverno 2023-2024 di Balenciaga, guidata da Demna Gvasalia, serve come un forte promemoria delle opinioni divergenti nell'arena della moda di oggi. Mentre alcuni lodano l'audace rottura delle norme e la profondità concettuale della collezione, altri, compreso il sottoscritto, sostengono che sia lontana dall'alto trespolo della vera haute couture. Definito in Francia come "I capi di alta moda sono realizzati con tessuti rari e di alta qualità e realizzati con meticolosa attenzione ai dettagli da abili artigiani, l'alta moda è un emblema di eleganza e raffinatezza" (Francia.fr)—qualità apparentemente assenti nelle magliette eBay e nei sacchi della spazzatura di Demna.

L'allontanamento di Demna dalle convenzioni - chiamiamolo così com'è: upcycled chic - solleva sia sopracciglia che allegria. Demna non ha utilizzato “tessuti rari e di alta qualità” – ha utilizzato magliette acquistate su eBay, oggetti di seconda mano da eBay, sacchi della spazzatura, coperte dorate di sicurezza. Nessuno di questi “materiali” è qualificato come raro o di alta qualità. Demna non ha “realizzato” nulla “con meticolosa attenzione ai dettagli”, tutti questi sacchi della spazzatura erano cuciti male, posizionare un adesivo con il ferro caldo non è Haute Couture. H&M lo fa meglio. La sua scelta non ortodossa di materiali e metodi, inclusi gli adesivi stirati a caldo come un cenno all'artigianato, sfida l'essenza stessa dell'alta moda. In effetti, mentre i marchi di lusso sono alle prese con gli spostamenti del mercato verso i singoli artigiani e l’arte genuina, lo spettacolo di magliette, felpe con cappuccio e jeans “artigianali” mascherati da alta moda sembra fuori luogo quanto un’offerta fuori luogo su eBay.

Contrariamente all'artigianato tradizionale associato all'alta moda, la dipendenza di Demna dagli stagisti delle scuole di moda piuttosto che dagli artigiani esperti mina l'essenza stessa di questo stimato mestiere. Demna non si è avvalsa di “artigiani qualificati”, poiché non ne dispone. Assumono stagisti dalle scuole di moda per aiutarli ogni stagione. Abbiamo parlato con questi studenti e con i direttori delle scuole. Abili artigiani Balenciaga ha solo per la pelletteria – borse. “L'alta moda è un emblema di eleganza e raffinatezza” – nessuno di questi può essere applicato alla produzione di Demna.

L'incursione di Demna nell'alta moda con questa collezione non riesce a sostenere la meticolosa lavorazione artigianale e l'estetica raffinata sinonimo di haute couture. Inoltre, la passione di Gvasalia per le magliette e le felpe oversize difficilmente costituisce un'estetica riconoscibile, e i suoi temi controversi si allontanano dall'etica del lusso o dell'alta moda.

L'ultima collezione “Haute Couture” di Demna è la migliore di eBay: magliette di seconda mano, coperte di sicurezza dorate e sacchi della spazzatura di lusso. Chi sapeva che l'alta moda poteva essere accessoriata con gli avanzi della settimana scorsa?

Con un audace allontanamento dalla tradizione, Demna sfoggia con orgoglio il suo esercito di stagisti come la nuova ondata di artigiani dell'alta moda. Spostatevi, artigiani esperti: ecco che arrivano i principianti della scuola di moda, armati dei loro fidati ferri caldi e delle collezioni di adesivi. È un corso di perfezionamento sull'haute trash-ture.

E parliamo di estetica. T-shirt oversize, felpe con cappuccio e jeans dominano la moda runway, perché niente è sinonimo di alta moda come saccheggiare gli avanzi di Ebay. Abbinalo a una spolverata di "religione" (sì, stiamo parlando di satanismo – è da lì che proviene la campagna contro gli abusi sui minori) per quel tocco extra controverso. Demna sta ridendo fino al negozio losco dove puoi trovare le sue meraviglie "artigianali". Ci sono milioni di questi “demna” nei sobborghi dell’Arizona e della California. In ogni negozio di dodgy puoi trovare queste magliette, felpe con cappuccio e jeans “artigianali”, come pezzi di “Hot Dodgyture”.

L'ultima collezione di Balenciaga: perché niente dice “alta moda” come trasformare la spazzatura in… beh, ancora spazzatura.

Guarda tutti i look Balenciaga Couture Autunno Inverno 2024-25



Inserito da Parigi, 4° arrondissement, Francia.