Dolce & Gabbana Alta Moda Autunno 2024-25 Sardegna

Dolce & Gabbana Alta Moda Autunno 2024-25 Sardegna. Storia di Eleonora de Gray, caporedattrice di RUNWAY RIVISTA. Foto/video per gentile concessione: Dolce Gabbana/Phillip K. Smith III.

Dolce & Gabbana Alta Moda al Forte Village in Sardegna non è stata solo una sfilata di moda: è stata una celebrazione della cultura, della tradizione e della meticolosa artigianalità che definisce il marchio da oltre un decennio.

Ogni pezzo della collezione era una testimonianza della maestria artigianale che va oltre ogni immaginazione. L'intricata lavorazione in filigrana, ispirata alle profonde radici culturali della Sardegna, ha trasformato i tessuti tubolari intrecciati a mano in motivi tridimensionali mozzafiato. La miscela di fili d'oro in corsetti, reggiseni, corpetti tempestati di gioielli e cinture non era solo visivamente sbalorditiva; è stato un sentito omaggio al patrimonio dell'isola e all'eleganza senza tempo dell'artigianato Made in Italy.

01 Dolce Gabbana Alta Moda in Sardegna Runway Magazine

02 Dolce Gabbana Alta Moda in Sardegna Runway Magazine

Dolce & Gabbana hanno svelato l'arte dell'intaglio in un omaggio all'artigianato e alla cultura sarda. Incisioni dettagliate e tecniche di ricamo trasformano il mikado e l'organza di velluto in disegni elaborati, ogni pezzo un capolavoro di Dolce & Gabbana Fatto A Mano. I motivi, impreziositi da motivi di paillettes, hanno dato vita ai capi, intrecciando una narrazione dell'enigmatico passato della Sardegna con l'abilità artistica tipica del marchio.

Per dodici anni Dolce & Gabbana hanno onorato le tecniche artigianali regionali italiane e quest'anno l'attenzione si è concentrata sulla Sardegna, la seconda isola più grande del Mediterraneo. Gli splendidi gioielli, con gigantesche gemme colorate disposte in cuori, piume e medaglioni, mettevano in mostra la monumentale tradizione dell'artigianato italiano. La filigrana, tecnica millenaria che trasforma l'oro in merletti, è presente sull'isola fin dai tempi dei Fenici, evolvendosi attraverso influenze arabe e spagnole. Questo ricco patrimonio è stato magnificamente catturato nella collezione, ogni pezzo è una fusione di storia e innovazione.

I dettagli evocavano i coccòi pintau, il pane tradizionale isolano a pasta dura. Questa vera forma d'arte, senza due pezzi perfetti, prevede l'uso di coltelli, forbici e pinze per creare incisioni e motivi speciali. La collezione riecheggiava questa unicità con motivi floreali e faunistici che simboleggiavano i simboli ancestrali dell'isola presenti nel paganesimo e nel primo cristianesimo.

Un'altra tendenza sorprendente era l'uso di catene intrecciate con oro, diamanti e pietre colorate come zaffiri, topazi, spinelli e rubini. I richiami alle cerimonie popolari e religiose sarde erano evidenti nei bottoni d'oro, che ricordano la dea fenicia Tanit, e nei riccioli ornati da pendenti. I cherubini d'oro e portanti diamanti aggiungevano un tocco di eleganza divina, incarnando la fusione del patrimonio spirituale e culturale.

Con il passare della serata, è diventato chiaro che Dolce & Gabbana avevano creato più di una semplice collezione di moda. Avevano tessuto un arazzo di cultura, tradizione e artigianato sardo in ogni capo, ogni pezzo una storia, ogni dettaglio un tributo. La collezione Alta Moda era una sinfonia di texture, colori ed emozioni, una celebrazione del ricco passato dell'isola e dell'eleganza senza tempo che definisce Dolce & Gabbana.

Questo evento ha ricordato che la moda, nella sua forma più alta, è un'arte. È un mezzo attraverso il quale si raccontano storie, si evocano emozioni e si celebrano culture. Dolce & Gabbana Alta Moda è stata una sincera lettera d'amore per la Sardegna, una testimonianza della bellezza dell'artigianato italiano fatto a mano e una vetrina mozzafiato di tradizione e innovazione.

Vedi tutti i look Dolce & Gabbana Alta Moda Autunno 2024-25 Sardegna



Inserito dall'Italia.