CHANEL Haute Couture Autunno Inverno 2024-25

CHANEL Haute Couture Autunno Inverno 2024-25 “Palais Garnier”. Storia di Eleonora de Gray, caporedattrice di RUNWAY RIVISTA. Per gentile concessione della foto: CHANEL / Karim Sadli.

Un inno a CHANEL: Haute Couture Autunno-Inverno 2024-25

La collezione CHANEL Haute Couture Autunno-Inverno 2024-25 è a dir poco un capolavoro mozzafiato. È un'espressione sublime del savoir-faire accumulato negli anni presso la maison CHANEL, catturandone l'eredità creativa.

Per la prima volta in 5 anni, ho sentito la vera essenza di CHANEL avvolgermi. Ogni pezzo sul runway è stata una testimonianza dell'impeccabile maestria e della bellezza senza tempo che definiscono il marchio. I ricami di Lesage, l'intricato lavoro fatto a mano in piume e l'impareggiabile attenzione ai dettagli hanno fatto il loro glorioso ritorno, ogni elemento sussurra la storia del passato storico di CHANEL.

Presentata all'Opéra Garnier, luogo di libertà creativa tanto caro alla Maison, la collezione sembrava un grande revival. I pezzi di alta moda esposti non erano solo abiti; erano opere d'arte, ognuna delle quali rifletteva la disciplina della bellezza, della pazienza e dell'eccellenza che CHANEL condivide con l'Opera Nazionale di Parigi.

La magia nell'aria era innegabile mentre ogni modella camminava runway. I disegni emanavano un senso di maestosità e raffinatezza che mi toglieva il fiato. Era come se ogni pezzo fosse intriso dell'anima di CHANEL, una bellissima miscela di tradizione e innovazione. Le silhouette erano impeccabili, irradiavano forza e femminilità, e i tessuti si muovevano con una grazia eterea.

La partenza di Virginie Viard ha segnato un nuovo capitolo per CHANEL, e il Studio di creazione di moda CHANEL ha preso il timone per creare questa collezione. Questo cambiamento riportò alla gloria l'eleganza e la grazia che erano state un po' dimenticate negli ultimi anni. La collezione sembrava un omaggio all'eredità di Karl Lagerfeld e un'audace affermazione che la vera eleganza non svanisce mai.

Sono rimasto particolarmente commosso dai dettagli intricati: i ricami delicati, i tessuti lussuosi, la meticolosa lavorazione artigianale. Ogni pezzo è stato un lavoro d'amore, una dimostrazione dell'impareggiabile abilità e maestria che contraddistingue l'alta moda di CHANEL. È stato un promemoria dell'impegno del marchio verso l'eccellenza, una celebrazione della bellezza che risiede nella pazienza e nella precisione.

Mentre guardavo il pezzo finale farsi strada lungo il runway, ho provato un profondo senso di gratitudine. Gratitudine per l'eleganza senza tempo che CHANEL porta nel mondo, per la dedizione degli artigiani che riversano il loro cuore in ogni creazione e per i visionari che mantengono vivo lo spirito di CHANEL.

La collezione CHANEL Haute Couture Autunno-Inverno 2024-25 è stata più di una semplice sfilata di moda; è stato un viaggio nel cuore di CHANEL, una rinascita mozzafiato dei suoi valori più cari. Questa collezione, con la sua sublime bellezza e grazia impeccabile, sarà ricordata come un momento decisivo per la Maison CHANEL, un glorioso ritorno al posto che le spetta ai vertici dell'haute couture.

Fotografia di Karim Sadli

Vedi tutti i look CHANEL Haute Couture Autunno Inverno 2024-25



Inserito da Parigi, 9° arrondissement, Francia.